Skip to content

Lavoro, i social network incidono sul reclutamento?

La cura dei social network è fondamentale nella ricerca di un posto di lavoro?

Vi è mai capitato, dopo aver inviato il curriculum o essere stati chiamati per colloquio, di cercare online informazioni sull’azienda? Sappiate che molto spesso questo tipo d’operazione viene eseguita anche dai vari recruiter.

E’ quanto rileva uno studio pubblicato , dal quale emerge che l’abuso di alcol, droghe e le menzogne sulle proprie qualifiche siano gli atteggiamenti meno tollerati dai datori di lavoro.

Tutto questo è emerso durante uno studio pubblicato dal Journal of Applied Social Psychology che ha evidenziato che l’abuso di bevande alcoliche, droghe e foto di vita senza regole, sono atteggiamenti indigesti a chi offre lavoro.

Basti pensare che i social network sono utilizzati per la ricerca dei candidati passivi, verificare la veridicità dei curriculum vitae ricevuti, conoscere la rete social del candidato e visionare il tipo di contenuti pubblicati. Molti responsabili delle Risorse Umane hanno dichiarato di aver escluso candidati dalla selezione dopo aver trovato sui social contenuti e/o foto discutibili.

social-network-meglioinformarsi.it

Tutto questo denota il fatto che se siete alla ricerca di un posto di lavoro è consigliato blindare il proprio profilo Facebook o Instagram, impostando un altissimo livello di privacy.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *